Itas Trentino-Sir Safety Conad Perugia 1-3: Tabellino, Cronaca e dichiarazioni Lorenzetti

Un mese dopo la semifinale di Del Monte® Supercoppa 2019, è ancora la Sir Safety Conad Perugia a festeggiare la vittoria nel confronto con l’Itas Trentino. I gialloblù questo pomeriggio alla BLM Group Arena hanno infatti dovuto fare i conti con la terza sconfitta stagionale nel campionato di SuperLega Credem Banca 2019/20, lasciando strada agli umbri per 1-3 come era accaduto trenta giorni prima nella Marche. In questo modo gli ospiti allungano a +4 in classifica sui Campioni del Mondo, che si confermano comunque quarta forza del torneo.

Il big match odierno, anticipo del tredicesimo turno, ha visto gli umbri prendere in fretta le redini del gioco in mano, sfruttando tutta la potenza del suo attacco (57% di squadra, con Leon ed Atanasijevic in grande serata) e del servizio, che spesso ha creato i break decisivi nei parziali vinti. Trento ha replicato con le stesse armi solo nel secondo parziale ed in parte del quarto, ma gli spunti dai nove metri di Cebulj ed in attacco di Kovacevic e Vettori non hanno comunque permesso di ribattere colpo su colpo, sino in fondo.

Per i gialloblù il miglior marcatore è stato comunque proprio il mancino serbo (15 punti col 62% a rete), assistito dal solito Grebennikov e da un volitivo Candellaro, perfetto in primo tempo (100%) e presente anche a muro ed in battuta.

La cronaca del match. Lorenzetti recupera l’ex di turno Russell, di nuovo fra i disponibili, ma decide di farlo inizialmente partire in panchina; lo starting six gialloblù quindi ricalca quello che ha vinto quattro giorni prima per 3-1 a Cisterna di Latina: Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Cebulj schiacciatori, Lisinac e Candellaro centrali, Grebennikov libero. La Sir Safety Conad si presenta alla BLM Group Arena con De Cecco al palleggio, Atanasijevic opposto, Lanza e Leon in posto 4, Russo e Podrascanin centrali, Colaci libero.

L’inizio è nel segno dell’equilibrio, con le due formazioni che tengono la fase di cambiopalla sino al muro vincente di Candellaro su Podrascanin, seguito dall’ace di Lisinac (da 5-5 a 8-5). Il time out di Heynen scuote gli ospiti, che con Leon al servizio pareggiano i conti già a quota nove, prima di mettere la freccia (9-10, errore di Vettori in attacco). L’interruzione richiesta da Lorenzetti in questo caso non produce il nuovo aggancio, perché poi l’opposto gialloblù sbaglia ancora, lanciando in fuga gli umbri (10-13). Trento prova a reagire con Lisinac, ma Perugia concede pochissimo (14-17) e anzi accelera ancora con due ace di Leon che di fatto, sul 15-21 chiudono in anticipo il conto.

L’Itas Trentino nel finale prova infatti a riavvicinarsi, approfittando di uno dei rari errori degli avversari (19-22), ma è troppo tardi per sperare di riaprire un set che si chiude sul 21-25 con un attacco del solito cubano.
La contesa torna equilibrata in avvio di secondo parziale, con i Campioni del Mondo che tengono il ritmo in entrambe le fasi del gioco (5-5, 9-8, 11-11) soprattutto grazie alla vena realizzativa di Vettori e Cebulj, che firma anche un ace. Una fiammata umbra, ad opera di Russo in battuta e di Atanasijevic porta a +2 gli ospiti (14-16) e costringe Lorenzetti a spendere un time out. Alla ripresa i gialloblù cambiano faccia, con Candellaro e Cebulj a segno dai nove metri e Vettori letale in prima linea (20-18). Perugia finisce nell’angolo (22-18, 25-20), travolta dai padroni di casa sempre più sicuri dei loro colpi.

La Sir Safety Conad reagisce in apertura della terza frazione; con Leon in battuta ed Atanasijevic a rete scappa sul 2-4 e poi sul 4-7, costringendo Trento a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa del gioco il divario non diminuisce, anzi aumenta perché i gialloblù faticano ad esprimersi in attacco e Perugia ne approfitta volando sul +5 (7-12). L’Itas Trentino non molla e con Vettori prova a rifarsi sotto (10-13), ma è solo un attimo, perché poi gli ospiti tornano ad essere padroni del campo con l’ace di Lanza ed il muro di Leon sullo stesso opposto emiliano (12-18). Lorenzetti inserisce anche Russell al posto di Cebulj, Trento risale ancora al meno tre (16-19) con una battuta punto di Vettori ma anche in questo caso è troppo tardi, perché i block devils in seguito non concedono più nulla (17-22) e volano sull’1-2 esterno (19-25).

L’Itas Trentino prova a ripartire nel quarto periodo con gli attacchi di Kovacevic e l’ace di Giannelli (6-3), ma Perugia non si disunisce ed agguanta in fretta la parità (8-8). Nella parte centrale gli umbri scappano (10-12, 14-16), sfruttando al massimo le capacità offensive di Leon. Lorenzetti rigetta nella mischia Russell e Trento si riporta in scia (19-20), raggiungendo la parità subito dopo grazie ad un errore di Lanza. Il finale allo sprint lo risolve ancora una volta Leon (23-25).

“Sappiamo la nostra condizione attuale ma, al di là di tutto, potevamo giocare meglio questa partita, soprattutto in determinati frangenti – ha commentato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . In questa regular season, al contrario della precedente, non riusciamo ancora ad esprimerci a livello delle prime squadre della classifica. Dovremo lavorare per provare a colmare il gap e fortunatamente ora arriva un periodo senza partite in cui proveremo a recuperare sia dal punto di vista fisico, sia da quello tecnico e tattico”.

Dopo la partita odierna l’Itas Trentino potrà infatti tirare un po’ il fiato, tenendo conto che nella prossima giornata di campionato (la decima, in programma fra sabato 7 e domenica 8 dicembre) osserverà il turno di riposo del suo girone d’andata. L’impegno più vicino in calendario è quindi quello fissato per giovedì 12 dicembre sempre alla BLM Group Arena, quando alle ore 20.30 arriveranno i turchi del Fenerbahce per l’esordio stagionale nella 2020 CEV Champions League (PoolPagina

A, seconda giornata).

Di seguito il tabellino della gara della tredicesima giornata di regular season di SuperLega Credem Banca 2019/20 giocata questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Sir Safety Conad Perugia 1-3
(21-25, 25-20, 19-25, 23-25)

ITAS TRENTINO: Vettori 12, Cebulj 11, Candellaro 9, Giannelli 4, Kovacevic 15, Lisinac 8, Grebennikov (L); Sosa Sierra, Michieletto, Djuric, Daldello, Russell 2. N.e. De Angelis e Codarin. All. Angelo Lorenzetti.

SIR SAFETY CONAD: De Cecco, Leon 23, Podrascanin 6, Atanasijevic 26, Lanza 12, Russo 3, Colaci (L); Zhukouski, Piccinelli, Plotnytskyi 1, Biglino. N.e. Hoogendoorn, Ricci, Taht. All. Vital Heynen.

ARBITRI: Gnani di Ferrara e Goitre di Torino.
DURATA SET: 29’, 28’, 29’, 31’; tot 1h e 57’.
NOTE: 4.000 spettatori, per un incasso di 48.350 euro. Itas Trentino: 11 muri, 7 ace, 16 errori in battuta, 5 errori azione, 47% in attacco, 68% (37%) in ricezione. Sir Safety Conad: 7 muri, 7 ace, 18 errori in battuta, 6 errori azione, 57% in attacco, 52% (21%) in ricezione. Mvp Atanasijevic.

Leggi anche:

Itas Trentino-Sir Safety Conad Perugia: Precedenti e dichiarazioni Lorenzetti pre partita